The LiederNet Archive
WARNING. Not all the material on this website is in the public domain.
It is illegal to copy and distribute our copyright-protected material without permission.
For more information, contact us at the following address:
licenses (AT) lieder (DOT) net

Canto di lamento e accusa

Word count: 875

Song Cycle by Gustav Mahler (1860 - 1911)

Original language: Das klagende Lied

1. Fiaba del bosco

Language: Italian (Italiano) after the German (Deutsch)

Authorship

  • Translation from German (Deutsch) to Italian (Italiano) copyright © 2009 by Ferdinando Albeggiani, (re)printed on this website with kind permission. To reprint and distribute this author's work for concert programs, CD booklets, etc., you may ask the copyright-holder(s) directly or ask us; we are authorized to grant permission on their behalf. Please provide the translator's name when contacting us.

    Contact:

    licenses (AT) lieder (DOT) net
    (licenses at lieder dot net)



Based on

Go to the single-text view


C'era una volta una regina arrogante,
ma straordinaria per la sua bellezza;
nessun cavaliere lei trova attraente,
tutti  quanti li odia e li disprezza.
Ahimè, dimmi tu, donna d'incanto!
Per chi mai fiorirà il tuo corpo stupendo?
 
Cresce nel bosco un fiore vermiglio,
che come la regina splendido appare,
quel cavaliere che riuscirà a trovarlo,
la donna superba riuscirà a conquistare!
Ahimè, dimmi tu, regina altera!
Chi riuscirà a spezzare la tua anima fiera?
 
Nel bosco due fratelli vollero andare,
il fiore vermiglio andarono a cercare;
Uno era mite e di nobile cuore,
l'altro sapeva soltanto imprecare!
O cavaliere, cavaliere tristo,
possa cessare il tuo imprecare molesto!
 
Dopo che i due si addentrarono un poco,
presero ognuno  una strada diversa
si misero a cercare con fare affannoso,
per tutta la brughiera e la foresta.
O cavalieri, dal veloce andare,
chi di voi due troverà quel fiore?
 
Il più giovane avanza per la brughiera ed il bosco,
ma presto non deve più continuare a cercare:
ché presso un salice da lontano ha visto
spuntare da terra il vermiglio fiore.
Per appuntarlo nel cappello lo prende,
Poi, per riposare, sull'erba si distende.
 
L'altro invano la brughiera esplora,
e per il pendio selvaggio pure si spinge,
ma quando alla fine scende la sera,
presso il salice verde allora giunge!
Ahimè, nel sonno sorprende il fratello,
col fiore rosso, nel nastro del cappello.
 
O tu usignolo,creatura che amo,
tu pettirosso celato fra le piante,
a me sembra che col vostro richiamo
cerchiate invano di destare il dormiente!
E il fiore rosso che sul cappello langue,
risplende e luccica come fosse sangue!
 
Di gioia crudele lampeggiava lo sguardo,
e quel balenio ingannare non può,
anche la spada lampeggiava al suo fianco,
quando veloce egli la sguainò.
Il fratello più grande sotto il salice ride
Il fratello minore come in sogno sorride.
 
Fiori perché la rugiada tanto vi pesa?
Essa mi pare simile al pianto!
Venti perché così mesto il vostro soffio si posa
E sembra svanire in un sussurro sgomento?
 
"Nel bosco, nella verde brughiera,
un vecchio salice sta piangendo ancora"


IMPORTANT NOTE: The material directly above is protected by copyright and appears here by special permission. If you wish to copy it and distribute it, you must obtain permission or you will be breaking the law. Once you have permission, you must give credit to the author and display the copyright symbol ©. Copyright infringement is a criminal offense under international law.

2. Il menestrello

Language: Italian (Italiano) after the German (Deutsch)

Authorship

  • Translation from German (Deutsch) to Italian (Italiano) copyright © 2009 by Ferdinando Albeggiani, (re)printed on this website with kind permission. To reprint and distribute this author's work for concert programs, CD booklets, etc., you may ask the copyright-holder(s) directly or ask us; we are authorized to grant permission on their behalf. Please provide the translator's name when contacting us.

    Contact:

    licenses (AT) lieder (DOT) net
    (licenses at lieder dot net)



Based on

Go to the single-text view


Là presso il salice, in mezzo al fresco bosco,
dove svolazzano cornacchie e corvi neri,
un biondo cavaliere giace sepolto
tutto ricoperto da fogliame e fiori.
Là spira un soave profumo da ogni canto
E pare che per l'aria si diffonda un pianto!
Oh sventura, sventura!
 
Un menestrello capitò in quel posto
E vide un ossicino biancheggiare;
come se fosse una canna prese a intagliarlo tosto
per farne un flauto con il quale suonare.
O menestrello, menestrello caro,
ne verrà fuori un suono molto raro!
Oh sventura, sventura!
 
Il menestrello il flauto alle labbra accosta 
e lascia che ne venga fuori il suono:
O meraviglia, o quale melodia mesta,
simile a un canto doloroso e strano!
Risuona così triste ma di tale incanto
Che chi lo ascolta non può che sciogliersi in pianto!
Oh sventura, sventura!
 
"Ah, menestrello, menestrello caro!
Per mezzo tuo risuona il mio canto amaro:
da mio fratello, per un fiore colorato,
io venni brutalmente assassinato!
A disfarsi nel bosco il mio giovane corpo resta
E mio fratello una splendida donna conquista!"
Oh sventura, sventura!
 
Dappertutto il menestrello si aggira,
lasciando che risuoni questo canto,
Ahimè, ahimè, mia gente cara,
cosa mai vi racconta questo lamento?
Recarmi devo nel salone maestoso,
dove sta la regina con il suo sposo!
Oh sventura, sventura!


IMPORTANT NOTE: The material directly above is protected by copyright and appears here by special permission. If you wish to copy it and distribute it, you must obtain permission or you will be breaking the law. Once you have permission, you must give credit to the author and display the copyright symbol ©. Copyright infringement is a criminal offense under international law.

3. Scena di nozze

Language: Italian (Italiano) after the German (Deutsch)

Authorship

  • Translation from German (Deutsch) to Italian (Italiano) copyright © 2009 by Ferdinando Albeggiani, (re)printed on this website with kind permission. To reprint and distribute this author's work for concert programs, CD booklets, etc., you may ask the copyright-holder(s) directly or ask us; we are authorized to grant permission on their behalf. Please provide the translator's name when contacting us.

    Contact:

    licenses (AT) lieder (DOT) net
    (licenses at lieder dot net)



Based on

Go to the single-text view


Risplende il castello sopra un'alta rupe
Di trombe e corni s'ode un suono chiaro,
schiera di cavalieri tutt'intorno siede,
e pure dame con collane d'oro.
Perché quei suoni di giubilo e di festa?
Perché la sala reale risplende tutta?
Oh gioia, oh gioia, evviva!
 
E cosa in questo giorno si sta festeggiando?
Certo! All'istante te lo posso dire!
La nostra bella regina sta celebrando
Le nozze con un giovane cavaliere!
Guardatela, la regina tutta orgogliosa!
Vinto è il suo orgoglio, deve andare sposa!
Oh gioia, oh gioia, evviva!
 
Ma perché il re è così pallido e muto?
Non sembra ascoltare il suono giubilante!
Dai ricchi e alteri ospiti resta appartato
Ignora la regina e il suo bel sembiante!
 
Ma perché il re è così pallido e muto?
Quali pensieri gli passano per il capo?
Un menestrello dalla porta è entrato!
Che cosa ci racconterà con il suo canto?
Oh sventura, sventura!
 
"Ah, menestrello, menestrello caro!
Per mezzo tuo risuona il mio canto amaro:
da mio fratello, per un fiore colorato,
io venni brutalmente assassinato!
A disfarsi nel bosco il mio giovane corpo resta
E mio fratello una splendida donna conquista!"
Oh sventura, sventura!
 
Il re balza in piedi dal suo trono,
E guarda agli invitati tutt'intorno.
Afferra il flauto e con empio scherno
Con le sue labbra ne ricava un suono!
Ed ecco che, orrore, cosa risuona forte!
Non sentite una storia che parla di morte?
 
"Ah fratello, mio fratello caro,
sei stato proprio tu il mio assassino!
Ora tu soffi nell'osso mio sonoro,
e per sempre ne udrai il lamentoso suono!
Perché così presto la mia giovane vita
Alla morte crudele hai condannata?"
Oh sventura, sventura!
 
A terra la regina cade svenuta,
Timpani e corni ora fanno silenzio.
Fugge terrorizzata l'allegra brigata,
Sprofondano le mura del castello!
Tutta si oscura la sala regale!
Che fine ha fatto il banchetto nuziale?
Oh sventura, sventura!


IMPORTANT NOTE: The material directly above is protected by copyright and appears here by special permission. If you wish to copy it and distribute it, you must obtain permission or you will be breaking the law. Once you have permission, you must give credit to the author and display the copyright symbol ©. Copyright infringement is a criminal offense under international law.

Gentle Reminder
This website began in 1995 as a personal project, and I have been working on it full-time without a salary since 2008. Our research has never had any government or institutional funding, so if you found the information here useful, please consider making a donation. Your gift is greatly appreciated.
     - Emily Ezust

Browse imslp.org (Petrucci Music Library) for Lieder or choral works