Tre Liriche di Tagore

Song Cycle by Franco Alfano (1876 - 1954)

Word count: 228

1. Perché, allo spuntar del giorno [sung text checked 1 time]

Perché, allo spuntar del giorno
Venne il giovine errabondo alla mia porta?
Ogni volta che entro e esco gli passo daccanto
E i miei occhi lo fissano in volto...
Non so se devo parlargli o tacere...
Oh! Perché venne alla mia porta?

Le notti nuvolose di luglio sono oscure...
Il cielo d'autunno è soavemente azzurro
I giorni primaverili son turbati dai venti del sud...
Egli canta le sue canzoni
Con nuove melodie ogni volta.
Io lascio di lavorare
E i miei occhi s'empiono di lacrime.
Oh! Perché venne alla mia porta? Perché?

Authorship

Based onBased on

Researcher for this text: Emily Ezust [Administrator]

2. Giorno per giorno [sung text checked 1 time]

Giorno per giorno egli viene, egli viene, e poi sen va!
Tieni amica, dagli un fiore, questo fior che ho tra i capelli!
Se ti domanda chi glielo dona,
Oh! No! non dirgli, no, non dirgli il nome mio, ti prego,
Perchè egli non fa che venir... che venire e andarsene!

Si siede in terra sotto l'albero,
Fagli un sedil di foglie e fiori!
I suoi occhi son tristi e portan la malinconia nel cor.
Ei non rivela il suo pensiero,
Vien soltanto, e poi sen va.

Authorship

Based onBased on

Go to the single-text view

Researcher for this text: Emily Ezust [Administrator]

3. Finisci l'ultimo canto [sung text checked 1 time]

Finisci l'ultimo canto e dividiamoci...
Dimentica questa notte or che la notte non è più!
Che provai a stringere fra le mie braccia?
I sogni non possono imprigionarsi!
Le mie avide mani stringono al cuore il vuoto
Ed il mio petto ne resta ferito.
Finisci l'ultimo canto e dividiamoci!

Authorship

Based onBased on

See other settings of this text.

Researcher for this text: Emily Ezust [Administrator]