The LiederNet Archive
WARNING. Not all the material on this website is in the public domain.
It is illegal to copy and distribute our copyright-protected material without permission.
For more information, contact us at the following address:
licenses (AT) lieder (DOT) net

Alla mia Donna! Canti d'Amore per una voce con pianoforte

Word count: 477

Song Cycle by (Friedrich) August Bungert (1845 - 1915)

Show the texts alone (bare mode).

1. Prologo: La Vita

Language: Italian (Italiano)

Authorship

  • by Anonymous / Unidentified Author

Go to the single-text view


Il passato non è
 . . . . . . . . . .

[--- The rest of this text is not
currently in the database but will be
added as soon as we obtain it. ---]

2. Oh, quanto io t'amerei [ sung text not yet checked against a primary source]

Language: Italian (Italiano)

Authorship

See other settings of this text.


Oh! quanto io t'amerei, se la parola
Che timida ti volgo e paurosa
Potesse confidarti, che a te sola
Sacra è la fiamma nel mio core ascosa;
Oh! quanto io t'amerei!...

Oh! quanto io t'amerei, se un tuo sorriso
Mi ripagasse d'ogni mio sospiro:
Oh! quanto io t'amerei, se il mio deliro
Fosse un istante sol da te diviso;
Oh! quanto io t'amerei!...

Oh! se una volta un raggio solo amico
In me volgessi de la tua pupilla;
Se l'amore che m'arde e che non dico
In te accendesse solo una scintilla,
Oh! quanto io t'amerei!...

Oh! se potessi d'una mia carezza
Tutta coprirti, unico mio tesoro,
Come sul mare l'amorosa brezza
Copre di baci la tua chioma d'oro,
Oh! quanto io t'amerei!...


Submitted by Emily Ezust [Administrator]

3. Sehnsucht

Language: Italian (Italiano)

Authorship

  • by Anonymous / Unidentified Author

Go to the single-text view


Se io potessi
 . . . . . . . . . .

[--- The rest of this text is not
currently in the database but will be
added as soon as we obtain it. ---]

4. Il vostro riso [ sung text not yet checked against a primary source]

Language: Italian (Italiano)

Authorship

See other settings of this text.


Se bel rio, se bell'auretta
Fra l'erbetta
Sul mattin mormorand'erra;
Se di fiori un praticello
Si fa bello,
Noi diciam: ride la terra.

Quando avvien che un Zeffiretto
Per diletto
Bagni il piè nell' onde chiare,
Sì che l'acqua su l'arena
Scherzi a pena,
Noi diciam che ride il mare.

Se già mai tra fior vermigli,
Se tra gigli
Veste l'alba un aureo velo
E su rote di zaffiro
Move in giro,
Noi diciam, che ride il cielo.

Ben è ver: quando è giocondo
Ride il mondo,
Ride il ciel quando è gioioso;
Ben è ver: ma non sanpoi,
Come voi,
Fare un riso grazioso.


Submitted by Emily Ezust [Administrator]

5. La partenza [ sung text not yet checked against a primary source]

Language: Italian (Italiano)

Translation(s): ENG FIN FRE GER GER GER SPA

List of language codes

Authorship


See other settings of this text.

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • ENG English (Johann Gaitzsch) , "The departure", copyright © 2003, (re)printed on this website with kind permission
  • FIN Finnish (Suomi) (Erkki Pullinen) , copyright © 2017, (re)printed on this website with kind permission
  • FRE French (Français) (Louis Crevel de Charlemagne) , "Le depart", from the 1st volume of Rossini's Soirées musicales, Schott, first published 1835
  • GER German (Deutsch) (G. Friedrich) , "Die Abreise", from the 1st volume of Rossini's Soirées musicales, Schott, first published 1835
  • SPA Spanish (Español) (Juan Henríquez Concepción) , "La partida", copyright © 2010, (re)printed on this website with kind permission


Ecco quel fiero istante:
  Nice, mia Nice, addio.
  Come vivrò ben mio,
  Così lontan da te?
    Io vivrò sempre in pene,
  Io non avrò più bene: 
  E tu, chi sa se mai
  Ti sovverrai di me! 

[Soffri che in traccia almeno 
  Di mia perduta pace 
  Venga il pensier seguace
  Sull' orme del tuo piè.]1
    Sempre nel tuo cammino,
  [Sempre]1 m' avrai vicino;
  E tu, chi sa se mai 
  Ti sovverai di me! 

Io fra remote sponde 
  Mesto volgendo i passi,
  Andrò chiedendo a i sassi,
  La Ninfa mia dov' è? 
    Dall' una all' altra Aurora 
  Te andrò chiamando ognora;
  E tu, chi sa se mai
  Ti sovverrai di me! 

Io rivedrò sovente
  Le amene piagge, o Nice,
  Dove vivea felice,
  Quando vivea con te.
    A me saran tormento 
  Cento memorie e cento:
  E tu, chi sa se mai
  Ti sovverrai di me! 

Ecco, dirò, quel fonte,
  Dove avvampò di sdegno;
  Ma poi di pace in pegno 
  La bella man mi diè.
    Quì si vivea di speme:
  Là si languiva insieme;
  E tu, chi sa se mai
  Ti sovverrai di me! 

Quanti vedrai giungendo 
  Al nuovo tuo soggiorno,
  Quanti venirti intorno 
  À offrirti amore, e fé! 
    Oh Dio! chi sa fra tanti
 Teneri omaggi e pianti,
 Oh Dio! chi sa se mai 
 Ti sovverrai di me! 

Pensa qual dolce strale, 
  Cara, mi lasci in seno:
  Pensa che amò Fileno
  Senza sperar mercè:
    Pensa, mia vita, a questo 
  Barbaro addio funesto:
  Pensa... Ah chi sa se mai 
  Ti sovverrai di me!


View original text (without footnotes)
Confirmed with Opere di Pietro Metastasio, Gio. Tomaso Masie Comp., 1782, pages 437-439.

1 omitted by Rossini.

Submitted by Emily Ezust [Administrator]

Gentle Reminder
This website began in 1995 as a personal project, and I have been working on it full-time without a salary since 2008. Our research has never had any government or institutional funding, so if you found the information here useful, please consider making a donation. Your gift is greatly appreciated.
     - Emily Ezust

Browse imslp.org (Petrucci Music Library) for Lieder or choral works