The LiederNet Archive
WARNING. Not all the material on this website is in the public domain.
It is illegal to copy and distribute our copyright-protected material without permission.
For more information, contact us at the following address:
licenses (AT) lieder (DOT) net

Album Vocale

Word count: 291

by Ferruccio Busoni (1866 - 1924)

Show the texts alone (bare mode).

1. Il fiore del pensiero [ sung text verified 1 time]

Language: Italian (Italiano)

Authorship


Go to the single-text view


Brillava in sulla sera und fiorellin d'estate,
che visto in sul mattino dicea: sperate.
Fresco, olezzante egli era
da mane a sera.
Pria di morir mi disse: ricordati di me!
Quel fiorellino amato, con amoroso accento
mi ripetea più volte il suo lamento.
Bello, gentile egli era
di primavera.
Pria di morir mi disse: ricordati di me!


Submitted by Emily Ezust

2. L'ultimo sonno [ sung text verified 1 time]

Language: Italian (Italiano)

Authorship


Go to the single-text view


Il nonno dorme,
eppure ha gli occhi aperti,
mi parlò della mamma e del buon Dio,
poi disse: Addio!
Il nonno dorme, eppur sembra là
immoto statua di marmo
nel sagrato stesa
di nostra chiesa.
Povera bimba!
chiudi gli occhi al nonno;
prete e becchino te lo portan via;
Ave Maria!
Poveretta!
siam sabbia che trasvola
non è più il nonno:
è poca informe terra che va sotterra.


Submitted by Emily Ezust

3. Un organetto suona per la via [ sung text verified 1 time]

Language: Italian (Italiano)

Authorship


See other settings of this text.


Un organetto suona per la via,
La mia fenestra è aperta e vien la sera.
Sale dai campi alla stanzuccia mia
Un alito gentil di primavera.

Non so perché mi tremino i ginocchi,
Non so perché mi salga il pianto agli occhi.

Ecco, io chino la testa sulla mia mano
E penso a te che sei cosí lontano.


Submitted by John Glenn Paton

4. Ballatella [ sung text verified 1 time]

Language: Italian (Italiano)

Authorship


Go to the single-text view


Luna fedel tu chiama
col raggio ed io col suon,
la fulgida mia dama
sul gotico veron.
E se potrò vederla
o luna, astro fatal,
Ti chiamerò la perla
dell'etra sideral.
Dirò che sei d'argento,
d'opale, d'ambra e d'or,
dirò che incanti il vento
e che innamori i fior.
Dirò ch'abbelli il verso
del biondo menestrel,
che sei lo specchio terso
degli angeli nel ciel.
Ma se veder mi niega,
o luna, astro fatal,
dirò che sei la strega
dell'ombra funeral;
Piomba, dirò nell'alvo
frenetico del mar,
teschio beffardo e calvo,
maschera da giullar!
Scudo tarlato e lercio,
fantasima del sol,
spettro paffuto e guercio
dal faticoso vol.


Submitted by Emily Ezust

Gentle Reminder
This website began in 1995 as a personal project, and I have been working on it full-time without a salary since 2008. Our research has never had any government or institutional funding, so if you found the information here useful, please consider making a donation. Your gift is greatly appreciated.
     - Emily Ezust

Browse imslp.org (Petrucci Music Library) for Lieder or choral works