by Giuseppe Florio (1818 - 1880)

Romanza
Language: Italian (Italiano) 
Solea d'ogni alba al nascere
dal cespo, o mio diletto,
fresca una rosa cogliere,
e me ne ornava il petto
quando a te piacqui e l'anima
al primo amor s'aprì.

Tra le tue braccia or vivomi
dell'amor tuo beata,
e ancora alla memoria
mi torna, imagin grata,
quel fior ch'accolse i palpiti
de'miei primieri dì.

Deh! se i miei giorni mancano,
alla mia tomba allora
vieni pietoso a piangere,
ed il terren ne infiora:
ne' fiori e nelle lacrime
soave è una virtù.

E se sul freddo cenere
cadrà quel fior gentile,
oh! di quel fior, rammentati,
degli anni in sull'aprile
bella soleva io rendermi,
ma per piacerti più.

Authorship

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive)


Researcher for this text: Andrew Schneider [Guest Editor]

This text was added to the website: 2017-06-28
Line count: 24
Word count: 109