by Gaëtano Rossi (1774 - 1855)

No, che il morir non è
Language: Italian (Italiano) 
Di mia vita infelice  
eccomi dunque al fin!... moro, Tancredi,
io per te moro, e tu infedel mi credi!
Di mie sciagure, di mie pene è questa
la più amara e funesta; ~ il padre, oddio! ~
povero padre mio! ~ perfida figlia!...
mi chiamavi, piangendo: ah! rea non sono. ~
Ma pur de' rei questo è il feral soggiorno,
e della colpa, e dell'infamia intorno
tutto spira l'orror. ~ Di ceppi avvinta,
circondata da mostri... orribil morte...
e agli innocenti serbi, oh ciel, tal sorte! ~

 	
No, che il morir non è    
sì barbaro per me,
se moro per amor,
se moro pe 'l mio ben. ~

Un dì conoscerà
la fé di questo cor:
forse pentito allor,
col pianto verserà
qualche sospir dal sen.

Authorship

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive)


Researcher for this text: Andrew Schneider [Guest Editor]

This text was added to the website: 2018-05-21
Line count: 21
Word count: 126