by Anonymous / Unidentified Author

Crocifissione e morte di N.S. Giesu...
Language: Italian (Italiano) 
Da cuspide ferrate su la funesta trave
inchiodato languia l'Eterno Amore
quando giunto al confini di sanguigna agonia
in soavi sospiri paleso moribondo i suoi martiri.
"Gia compito e de tormenti il rigor che m'impiago. 
Gia marcati ho quei torrenti ch'il mio duolo insanguino.
Quel che chiede la mia fede il mio cor tutto esegui.
Giunta e l'hora ch'il mio cor dunque si mora.
Su, mio cor, dunque si mora.
Gia le funi e le catene
il mio amor lieto soffri,
gia su e nato fra le pene
questo cor al fin langui.
In tempesta si funesta
questo sen gia naufrago.
Giunta e l'hora..."
Cosi conchiude al suo morir 
le prove dell'infocato amore a si dolce parlar. 
Che pensi, o core!

Authorship:

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive):


Researcher for this text: Emily Ezust [Administrator]

This text was added to the website between May 1995 and September 2003.
Line count: 19
Word count: 121