by Anonymous / Unidentified Author

Cantata Pastorale
Language: Italian (Italiano) 
Recitativo
 O di Betlemme altera povertà venturosa, a Se chi
 fece ogni cosa, Se chi muova ogni sfera, in te
 discende, e l'Autor della luce, nei suoi primi
 vagiti a te risplende.

Aria
 Dal bel seno d'una stella
 spunta a noi l'eterno Sole.
 Da una pura Verginella
 nacque già l'eterna prole.

Recitativo
 Presa d'uomo la forma, alle gelide tempre
 'inclemente stagione soggiace il Gran Bambino,
 e d'acerbo destino per sottrarre al rigore
 'umanità cadente, dal suo corpo innocente fa
 scudo a noi l'appassionata amore.

Aria
 L'Autor d'ogni mio bene
 scoglie le mie catene
 è stretto, stretto è in fasce.
 Il tutto Ei fè dal nulla
 e pur lo veggio in culla
 e in terra nasce.

Recitativo
 Fortunati pastori, giacchè v'è date in sorte ch'il
 Signor della vita immortale, increate respiri fra di
 voi l'aure primiere! Al dolce suon giulivo di
 zampagne innocente. D'un Dio fatto mortale
 correte, a celebrar, a celebrar l'alto Natale.

Aria
 Tocco la prima sorte a voi pastori.
 Perchè si fa Gesù di Dio l'Agnello.
 Offrite alla sua cuna i vostri cuori,
 mirate quanto è vago e quanto è bello.
 Tocco la prima sorte a voi pastori
 Perchè si fa Gesù di Dio l'Agnello.

Authorship

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive)


Researcher for this text: Guy Laffaille [Guest Editor]

This text was added to the website: 2010-01-10
Line count: 36
Word count: 197