Ricordando te, lontano

Song Cycle by Azio Corghi (b. 1937)

1. Ora che il vento s'è fatto silenzioso [sung text not yet checked]

Ora il vento s'è fatto silenzioso
E silenzioso mare;
Tutto tace; ma grido
Il grido, solo, del mio cuore,
Del cuore che brucia
Da quando ti mirai e m'ha guardata
E più non sono che un oggetto debole.
Grido e brucia il mio cuore senza pace
Da quando più non sono
Se non cosa in rovina e abbandonata

Authorship:

Researcher for this text: Ferdinando Albeggiani

2. La rosa bianca [sung text not yet checked]

Coglierò per te l'ultima rosa del giardino
 [ ... ]

Authorship:

This text may be copyright, so we will not display it until we obtain permission to do so or discover it is public-domain.

3. Le mie mani [sung text not yet checked]

Le mie mani,  ricordando che tu le trovasti belle,
io accorata le bacio,
mani, tu dicesti,
a scrivere condannate crudelmente,
mani fatte per più dolci opere,
per carezze lunghe, dicesti,
e fra le tue le tenevi   leggere tremanti,
or ricordando te lontano
che le mani soltanto mi baciasti,
io la mia bocca piano accarezzo.

Authorship:

Researcher for this text: Ferdinando Albeggiani
Total word count: 157