Sei Cavatine

Song Cycle by Mauro Giuseppe Sergio Pantaleo Giuliani (1781 - 1829)

Word count: 277

1. Par che di giubilo l'alma deliri [sung text checked 1 time]

Par che di giubilo
L’alma deliri:
Par che mi manchino
[Quasi i respiri]1;
Che fuor del petto
Mi [balzi]2 il cor.
 
Quanto è più facile
Che un gran diletto
Giunga ad uccidere
Che un gran dolor!

Authorship

See other settings of this text.

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • ENG English (Andrew Schneider) , copyright © 2019, (re)printed on this website with kind permission

View original text (without footnotes)

Confirmed with Opere di Pietro Metastasio, Milano, per Nicolò Bettoni, 1829, page 187.

1 Giuliani, Jommelli: "quas'i sospiri"
2 Giuliani, Jommelli: "balz' "

Research team for this text: Emily Ezust [Administrator] , Andrew Schneider [Guest Editor]

2. Confuso, smarrito [sung text checked 1 time]

Confuso, smarrito
spiegarti vorrei
che fosti, che sei.
Intendimi oh Dio!
Parlar non poss'io;
mi sento morir.

Lontano se mai
di me ti rammenta
io voglio tu sai
sì, tu sai
che pena gli accendi
confonde il martir

Authorship

Researcher for this text: Ferdinando Albeggiani

3. Alle mie tante lagrime [sung text checked 1 time]

Alle mie tante lagrime
Al mio crudel dolore
Se non ti muove amore
Hai di macigno il cor

Pianger farebbe un sasso
Uno si lungo affanno
Se tu non sei tiranno
Pianger dovresti ancor.

Authorship

Researcher for this text: Emily Ezust [Administrator]

4. Ah! Non dir che non t'adoro [sung text checked 1 time]

Ah! Non dir che non t'adoro
Se finor penai così, si, si!
T'amerò mio bel tesoro
Finché spiri all' aure il dì.

Fin dal dì che ti mirai
Sol tu fosti il mio pensier
Mi feristi ed io restai
E ferito e prigionier.

Cara imago del mio bene
Vivi sempre nel mio amor
Saran dolci le mie pene
Se son figlie del mio amor. 

Authorship

Researcher for this text: Emily Ezust [Administrator]

5. Ch'io sent'amor per femine  [sung text checked 1 time]

Ch'io sent'amor per femine,
no! non sarà mai vero no! no!
il labro è lusinghiero
e facile ad ingannar si! sì!

Amo due luci belle
piacemi un bel sembiante
ma a lungo fido amante
non posso rimaner, no!

Donnette vel'avviso
approfittar sappiate
né dopo vi lagnate
dovendovi lasciar, sì
dovendovi lasciar.

Authorship

Researcher for this text: Ferdinando Albeggiani

6. Già presso al termine [sung text checked 1 time]

Già presso al termine de'suoi martiri
fugge quell'anima sciolta in sospiri
sul volto amabile del caro ben,
sì, sì, sul volto amabile del caro ben.

Fra lor s'annodano sul labro i detti
e il cor che palpita fra mille affetti
par che non tolleri di starmi in sen,
no! no! di starmi in sen.

Authorship

Research team for this text: Ferdinando Albeggiani , Andrew Schneider [Guest Editor]