by Giambattista Marino (1569 - 1625)

Canzone di Lontananza
Language: Italian (Italiano) 
È partito il mio bene, 
ho perduto il mio core. Ohimè qual vita
in vita or mi sostiene?
Lasso! com'è rimaso 
fosco il sol, negro il cielo!
Il dì giunto è all'occaso,
amor fatto è di gelo. 
Duro partir che m'hai l'alma partita,
chi ti chiamò partire 
dovea con più ragion dirti morire.

O Dio! quel dolce addio, 
che piangendo mi disse, a cui piangendo
addio risposi anch'  io, 
deh, come da la spoglia
l'anima non divise? 
O come per gran doglia
la vita non uccise? 
Alma e vita non ho, poiché perdendo
il mio dolce conforto, 
addio dirgli ho potuto e non son morto. 

Authorship

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive)


Researcher for this text: John Versmoren

This text was added to the website between May 1995 and September 2003.
Line count: 20
Word count: 105