by Anonymous / Unidentified Author

Amante fedele
Language: Italian (Italiano) 
Non pavento io, non di tè,
troppo rigida beltà 
hò ben meco una tal fè 
che resister ti saprà.

Vanta pur frà le tue glorie
l'esser cruda e l'esser varia
ed a giungi alle vittorie
me qual preda volontaria.
La mia fè costante è forte
nulla teme insidie ed arte
dà che in man della mia morte
sciolsi misero le forte.
Arma gl'odi, usa fierezza,
che non temeria bellezza
chi da lei non vuol mercè.

Non pavento io, non di tè,
troppo rigida beltà 
hò ben meco una tal fè 
che resister ti saprà.

Non pretenda un ciglio orribile
mia fermezza far mutabile
ch'in soffrir guardo terribile
vanto un cor che sarà stabile
da che i lumi al pianto sciolsi
mi nutrirò onde si false
e da che mirar ti volsi
più l'arbitrio non prevalse
sii rubella, sii infedele
quanto più sarai crudele
tanto men vò libertà.
Troppo rigida beltà,
non pavento io, non di tè,
hò ben meco una tal fè 
che resister ti saprà.

Authorship

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive)


Researcher for this text: Andrew Schneider [Guest Editor]

This text was added to the website: 2017-05-17
Line count: 34
Word count: 166