by Giuseppe Maria Diodati (flourished 1786-1798)

Vado, e giro ne' palchetti
Language: Italian (Italiano) 
Vado, e giro ne' palchetti,    
parlo a questo, parlo a quello,
ed al suon del ritornello
gran silenzio si farà.
A cantar tu poi cominci,
come un flebile usignuolo,
e la gente a stuolo a stuolo
bravo bravo ti dirà.
Da me tosto si ripiglia:
miei signori, la sentite?
È una buona buona figlia,
non sa l'acqua intorbidar.
Se poi sento i zerbinetti,
che ti fàccino i fischietti,
ci è per Bacco ci è la via,
che a dovere gli fa star.
Statti allegra, mia carina,
che vogliamo giubilar.
(Ma non sa la poverina
che se l'opra va giù,
si dirà poi la mattina,
l'impresario non c'è più.)

Authorship

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive)


Researcher for this text: Andrew Schneider [Guest Editor]

This text was added to the website: 2018-05-26
Line count: 22
Word count: 108