by Giuseppe Maria Diodati (flourished 1786-1798)

Io son placida, e serena
Language: Italian (Italiano) 
Io son placida, e serena,  
son modesta, e costumata,
canto l'aria, e fo la scena
senza tanto cicalar.
Ma se vedo poi per sorte,
che lei faccia bagattella
or con questa, ed or con quella
per qui farmi disperar.
Sappia pure il signor mio
ch'io son donna ancor di brio.
Tengo ancora le mie lune,
che mi fanno rispettar.
(È cambiato di colore,
si fa pallido il meschino:
oh che caro babbuino
veramente è questo qua!)

Authorship

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive)


Researcher for this text: Andrew Schneider [Guest Editor]

This text was added to the website: 2018-05-26
Line count: 16
Word count: 76