Translation by Dante Alighieri (1265 - 1321)

O Padre nostro, che ne' cieli stai
Language: Italian (Italiano)  after the Greek (Ελληνικά) 
O Padre nostro, che ne' cieli stai,
Santificato sia sempre il tuo nome.
E laude e grazia di ciò che ci fai
Avenga il regno tuo siccome pone
Quest' orazion: tua volontà si faccia,
Siccome in cielo, in terra in unione.
Padre, dà oggi a noi pane, e ti piaccia
Che ne perdoni li peccati nostri;
Nè cosa noi facciamo che ti dispiaccia.
E che noi perdoniam, tu ti dimostri
Esempio a noi per la tua gran virtute;
Acciò dal rio nemico ognun si schiostri.
Divino Padre, pien d'ogni salute,
Ancor ci guarda dalla tentazione
Dell' infernal nemico, e sue ferute.
Sí che a te facciamo orazione,
Che meritiam tua grazia, e il regno vostro
A posseder veniam con divozione.
Preghiamti, Re di gloria e Signor nostro,
Che tu ci guardi da dolore: e fitta
Ia mente abbiamo in te, col volto prostro.

Amen.

About the headline (FAQ)

Authorship

Based on

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive)

Settings in other languages, adaptations, or excerpts:


Researcher for this text: Emily Ezust [Administrator]