Zazà

Opera by Ruggiero Leoncavallo (1857 - 1919)

Word count: 332

. È un riso gentile [sung text checked 1 time]

È un riso gentile    
qual alba d'aprile
che inebria e conquide le fibre del cuor!
È un brivido arcano
se porge la mano,
e baldi si destano i sogni d'amor!
Soavi misteri
han gli occhi severi
e par che dischiudan del cielo il confin;
e l'anima oblìa
per dolce malìa:
al suon di sua voce, la vita, il destin!
Pur belle cotanto
ci passano accanto,
ma è lei che il destino ci impone adorar!
Chi folle d'amore
la strinse sul cuore
a lei sempre vinto dovrà ritornar!
È l'ebbro vicino
al nappo di vino.
Se fugge lontano resister potrà.
Se il nappo egli tocca,
se il porta alla bocca,
sin l'ultima goccia del nappo berrà!

Authorship

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive)

Set by by Ruggiero Leoncavallo (1857 - 1919), 1900, first performed 1900
Researcher for this text: Andrew Schneider [Guest Editor]

. Buona Zazà del mio buon tempo ascolta [sung text checked 1 time]

Buona Zazà del mio buon tempo ascolta:    
è il vecchio amico che ti parla al cuore:
non è il geloso che domanda amore...
ma l'uom che a la miseria un dì t'ha tolta!
Per te sola son qui: per te m'increbbe
di veder l'arte tua da te tradita!
Hai avuto un capriccio!... e chi non l'ebbe?
ma il capriccio è di un dì... lunga è la vita!...

Authorship

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive)

Set by by Ruggiero Leoncavallo (1857 - 1919), 1900, first performed 1900
Researcher for this text: Andrew Schneider [Guest Editor]

. Dir che ci sono al mondo creature [sung text checked 1 time]

Dir che ci sono al mondo creature    
nate fra gli agi e contro il mal protette,
che a l'uom prescelto se ne vanno pure
spose felici e madri benedette!
E non son paghe! E ignorano i dolori
di noi cresciute al freddo ed alla fame
che stanche alfine di cotanti orrori
cerchiamo scampo ne la vita infame!
Noi siam le maledette! il nostro cuore
alla speranza invano si aprirà:
il mondo ci rifiuta anche l'amore!...
Quanto dolor!... di me che addiverrà?

Authorship

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive)

Set by by Ruggiero Leoncavallo (1857 - 1919), 1900, first performed 1900
Researcher for this text: Andrew Schneider [Guest Editor]

. Zazà, piccola zingara [sung text checked 1 time]

Zazà, piccola zingara,    
schiava d'un folle amore,
tu non sei giunta al termine
ancor del tuo dolore!
Quanto convien di lacrime
che sul tuo volto scenda
pria che il tuo solo ed umile
pellegrinar riprenda!
Tu lo credesti libero...
or la speranza è spenta...
Ora sei tu la libera,
e il tuo dover rammenta!
Ahi! del sognato idillio
sparve l'incanto a un tratto!
una manina d'angelo
indietreggiar t'ha fatto!

Authorship

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive)

Set by by Ruggiero Leoncavallo (1857 - 1919), 1900, first performed 1900
Researcher for this text: Andrew Schneider [Guest Editor]