by Aurelio Aureli (flourished 1652-1708)

Aure giacche non posso
Language: Italian (Italiano) 
Available translation(s): FRE
Aure giacche non posso
dall' idol mio lontan
dirgli il mio duolo
con voi portate à volo nel sendi
Lidio i miei sospiri ardenti.
Ma non fermate o venti
temo che le mie fiamme
sten prino il vostro gelo
è ch'infocato il cielo
dall'ardor mio profondo
partorir possa un novo incendio al mondo.
Il mio cor che sta lontano
dalla sfera del suo foco
mai non posa e cerca invano
trovar quest'in nessun loco.
È follia che lontananza
sani mai le piaghe al core
se più cresce e più s'avvanza
in me ogn'or l'aspro dolore.
Per far più possenti
suoi colpi cupido
lontana l'infido
la corda dall'arco.
Cosi mentr'io varco altre onde
altre arene lontan dal mio bene
io provo nel core
più acuti gli strali
del nume d'amore.
Tornatemi o catene al bel che mi legò
amante fortunata all'or cantar potrò
che lontananza vana
fa nove piaghe al core e non le sana.

Authorship

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive)

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • FRE French (Français) (Guy Laffaille) , "Brises, puisque je ne peux pas", copyright © 2017, (re)printed on this website with kind permission


Researcher for this text: Guy Laffaille [Guest Editor]

Text added to the website: 2017-05-20 00:00:00
Last modified: 2017-08-10 04:51:57
Line count: 32
Word count: 154