by Anonymous / Unidentified Author

A donna bella e crudele
Language: Italian (Italiano) 
Available translation(s): FRE
Perle care e pregiate
dall'ocean venute,
perché state
fra due labbra che son mute?
Gite a bocca che risponda
o tornate in grembo all'onda.

Neve, tu che cadesti
sovra un alpestre scoglio,
perché resti
in quel sen pieno d'orgoglio?
Trova un petto più gentile
o ritorna all'Alpe vile.

Oro, che nobil vanto
sei dell'Indico lido,
perché tanto
orni il crine a volto infido?
Vanne a men severa fronte
o ritorna in seno al monte.

Sangue, che sulle rose
ha Ciprigna versato,
chi ti pose
ostro bel su volto ingrato?
Corri a guance più serene
o alla dea torna in le vene.

Stelle, voi che negl'occhi
splendete di costei,
che vi tocchi
d'illustrare occhi sì rei?
Gite a ciglia meno altere
o tornate all'alte sfere.

Authorship

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive)

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • FRE French (Français) (Guy Laffaille) , title 1: "À une dame belle et cruelle", copyright © 2017, (re)printed on this website with kind permission


Researcher for this text: Guy Laffaille [Guest Editor]

Text added to the website: 2017-05-21 00:00:00
Last modified: 2017-06-30 10:48:18
Line count: 30
Word count: 124