by Arrigo Enrico Boito (1842 - 1918)

Qui chiamata m' avete?
Language: Italian (Italiano) 
Available translation(s): ENG
LAURA
entra in ricca veste da ballo, con perle e gemme ad Alvise
 Qui chiamata m' avete?

ALVISE
con affettata cortesia
 Pur che vi piaccia ... 

LAURA
 Mio signor ...

ALVISE
 Sedete!
 Siedono ai due lati di un ampio tavolo.
 Bella così, madonna, – io non v' ho mai veduta;
 Pur il sorriso è languido; – perchè ristarvi muta?
 Dite: un gentil mistero – v' è grave a me svelar,
 O un qualche velo nero – dovrò da me strappar?

LAURA
 Dal vostro accento insolito – cruda ironia traspira,
 Il labro a grazia atteggiasi – e fuor ne scoppia l'ira ...
 Mio nobile consorte, – non vi comprendo ancora!

ALVISE
concitato
 Pur d' abbassar la maschera – madonna, è giunta l'ora.
 Alzandosi con violenza
 Giunta è l' ora! – ad altr' uomo rivolto,
 Donna impura, è il tuo primo sospir ...

LAURA
 Ad altr' uomo? Che dite? Che ascolto!
 Fra sè
 (Cielo! orrendo m' imponi martir.)

ALVISE
 Ieri quasi t' ho côlta in peccato,
 Pur potesti salvarti e fuggir ...
 Col mio guanto t' ho oggi afferrato,
 Più non fuggi, – ti è d' uopo morir!

 La atterra violentemente. Laura getta un grido.

LAURA
a' piedi di Alvise
 Morir! è troppo orribile!
 Aver davanti il ciel ...
 E scender nelle tenebre
 D'un desolato avel!
 Senti! di sangue tiepido
 In sen mi scorre un rivo ...
 Perchè, se piango e vivo,
 Dirmi: tu dêi morir?
 La morte è pena infame
 Anche a più gran fallir!

ALVISE
 Invan tu piangi – invan tu speri,
 Dio non ti può esaudir!
 In lui raccogli – i tuoi pensieri;
 Preparati a morir!
 Un confessore ivi t'attende!

Notes (provided by Laura Prichard): "avel" is a shortened form of “avello” (tomb) ; and "sen" is a shortened form of “seno” (breast, heart, womb, bosom).


Authorship

Musical settings (art songs, Lieder, mélodies, (etc.), choral pieces, and other vocal works set to this text), listed by composer (not necessarily exhaustive)

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • ENG English (Laura Prichard) , "You called me?", copyright © 2020, (re)printed on this website with kind permission


Researcher for this text: Emily Ezust [Administrator]

Text added to the website: 2020-01-01 00:00:00
Last modified: 2020-01-01 23:08:26
Line count: 53
Word count: 271