I canti della sera

Song Cycle by Francesco Santoliquido (1883 - 1971)

Word count: 284

Spanish (Español) translation: Los cantos de la tarde

1. L'assiolo canta  [sung text checked 1 time]

Vieni! Sul bosco splende serena 
la notte dell'estate e l'assiolo canta. 
Vieni, ti volgio dir quel che non dissi mai. 
E sul sentiero fioriscono le stelle, 
magici fiori. 
Inoltriamoci insieme e là nel folto ti dirò 
perchè piansi una triste sera che non c'eri. 
Inoltriamoci insieme. Un mistero c'invita, 
Odi: l'assiolo canta. 

Authorship

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • SPA Spanish (Español) (Elisa Rapado) , "El búho canta", copyright © 2020, (re)printed on this website with kind permission

Researcher for this text: Juan Henríquez Concepción

2. Alba di luna sul bosco  [sung text checked 1 time]

Guarda, la luna nasce tutta rossa 
come una fiamma congelata nel cielo, 
Lo stagno la riflette 
e l'acqua mossa dal vento 
par rabbrividire al gelo. 
Che pace inmensa! 
il bosco addormentato, 
si riflette nello stagno. 
Quanto silenzio intorno! 
Dimmi: È un tramonto 
o un'alba per l'amor? 

Authorship

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • SPA Spanish (Español) (Juan Henríquez Concepción) , "Alba de luna sobre el bosque", copyright © 2010, (re)printed on this website with kind permission

Researcher for this text: Juan Henríquez Concepción

3. Tristezza crepuscolare  [sung text checked 1 time]

È la sera. 
Dalla terra bagnata sale l'odore 
delle foglie morte. 
È l'ora delle campane, 
è l'ora in cui respiro il vano profumo 
d'un amore passato. 
E sogno e piango. 
È la sera. 
È la sera, una sera piena di campane, 
una sera piena di profumi, 
una sera piena di ricordi 
e di tristezze morte. 

Authorship

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • SPA Spanish (Español) (Juan Henríquez Concepción) , "Tristeza crepuscular", copyright © 2010, (re)printed on this website with kind permission

Researcher for this text: Juan Henríquez Concepción

4. L'incontro  [sung text checked 1 time]

Non mi ricordo più 
quando noi c'incontrammo 
la prima volta 
ma fu certo una lontana sera 
tutta soffusa di pallide tristezze 
lungo un benigno mar! 
A noi giungevano di lontano suoni 
di campane e di greggi 
ed una pace strana ci veniva dal mare. 
Questo rammento! 
Cosa dicemmo quel giorno, 
Lo rammentate? 
Io non ricordo più. 
Ma che importa? 
Oggi mi fiorisce in cuore 
la dolcezza appassita di quell'ora lontana. 
E m'è dolce stringere nella mia 
la vostra mano bianca 
e parlarvi d'amor, 
anch'oggi vengono di lontano suoni 
di campane e di greggi 
e anch'oggi il mar come allora 
ci sorride lontano. 
Ma oggi forse m'amate un poco, 
non sorridete più. 
Ah! La vostra mano trema. 
Se oggi le belle labbra voi mi darete 
non scorderemo più questa dolce 
ora d'amor! 

Authorship

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • SPA Spanish (Español) (Juan Henríquez Concepción) , "El encuentro", copyright © 2010, (re)printed on this website with kind permission

Researcher for this text: Juan Henríquez Concepción