Cinque liriche

Song Cycle by Ottorino Respighi (1879 - 1936)

Word count: 609

1. Tempi assai lontani [sung text checked 1 time]

Come l'ombra di cara estinta vita
Sono i giorni lontani:
Un'armonia per sempre omai fuggita,
Una speme per sempre omai vanita,
Un dolce amor che non avrà domani
Sono i giorni lontani.

E quanti sogni nella notte fonda
Di quel tempo passato!
Ogni giorno parea triste o gioconda ombra
Che si proietti e si diffonda,
Illudendo che a lungo avria durato:
Tale il tempo passato!

Che mordente rammarico e che duolo
Pei dì lontani tanto!
Son come un esil morto corpicciulo
Che il padre veglia,
E infin gli resta, solo di sua grazia,
Il ricordo ed il rimpianto del dì lontani tanto.

Authorship

Based on

Go to the single-text view

Researcher for this text: Emily Ezust [Administrator]

2. Canto funebre [sung text checked 1 time]

Rude vento, che diffondi in suon di pianto
Un dolore troppo triste per un canto;
Fiero vento che se il ciel di nubi è fosco,
Fai suonar di notte a morto le campane;
Uragano, le cui lagrime son vane;
E tu, cupo dalle nude rame o bosco;
O spelonche funerarie, o mar profondo,
Voi piangete, voi piangete il mal del mondo.

Authorship

Based on

Go to the single-text view

Researcher for this text: Emily Ezust [Administrator]

3. Par les soirs [sung text checked 1 time]

Vaguement et long temps aux mauves crepuscules,
Nous irons conquérir des mondes fabuleux,
Lorsqu'un peu d'infini ver l'horizon recule,
Lorsque le ciel profond est moins bleu que tes yeux.
Il semble que le soir par teintes incertaines,
Reflète la splendeur magnifique des mers.
Les vagues du soleil comme un triomphe clair
Ont l'air de conquérir les étendues lointaines.
Les mains unies, le coeur pensif en écoutant
Mourir la terre au fond des bois et près des villes,
Nous sentirons en nous une aurore tranquille,
Etinceler parmi les fêtes du couchant
Et la mélancolie entr'ouvrira ses voiles,
Pour cueillir et bercer nos deux amours en fleurs,
Si bien qu'à la douceur de la première étoile,
Nous serons deux enfants n'ayant qu'un même coeur!

Authorship

Researcher for this text: Andrew Schneider [Guest Editor]

4. Par l'étreinte [sung text checked 1 time]

Tu es venu, la chambre est parfumée de toi,
Et comme une assonnance exquise de ta voix,
J'écris ces mots d'amour qui chantent dans mon âme.
Oh, non jamais le ciel d'azur, le ciel de flamme,
Même le ciel pâli par les soleils mourants, 
Ne m'a semblé plus beau et plus divin vraiment
Que tes yeux tout à l'heure entr'ouverts sous mes lèvres,
Ils avaient l'air d'oiseaux qui auraient eu la fièvre,
Je sentais leur douceur longuement m'enivrer
Nous étions des enfants lorsqu'on s'est rencontré,
Aujourd'hui nos désirs ont entr'ouvert leurs ailes,
Et la gloire de la vie à l'amitié fidèle,
Jettera dans nos coeurs des germes d"Infini!

Authorship

Researcher for this text: Andrew Schneider [Guest Editor]

5. La fine [sung text checked 1 time]

 È tempo per me d'andare, mamma, me ne vado.

 Quando nell'oscurità pallente dell'alba solitaria
 Tu stenderai le braccia al tuo piccino che è nel letto,
 Io ti dirò: "Il bimbo non c'è! Mamma, me ne vado."

 Diventerò un delicato soffio d'aria e ti carezzerò
 E incresperò l'acqua mentre ti bagni e ti bacerò,
 Ti bacerò ancora.

 Nella notte tempestosa mentre la pioggia batte sulle foglie
 Tu m'udrai bisbigliare nel tuo letto,
 E il mio riso splenderà
 Con il lampo attraverso la finestra aperta
 Nella tua stanza.

 Se tu veglierai fin tardi nella notte
 Pensando al tuo piccino
 Io ti canterò dalle stelle:
 "Dormi, mamma, dormi."

 Sugli erranti raggi lunari io verrò pian piano
 Sul tuo letto e giacerò sul tuo cuore mentre tu dormi.

 Diverrò un sogno e attraverso le tue palpebre socchiuse
 Scenderò nel profondo del tuo sonno
 E quando ti sveglierai e guarderai intorno angosciata,
 Come una lucciola scintillante m'involerò nell'oscurità.

 Quando nel giorno della gran festa
 I bimbi del villaggio verranno
 E giocheranno intorno alla casa,
 Mi fonderò nella musica del flauto
 E palpiterò nel tuo cuore tutto il giorno.

 La cara zi verrà coi doni della festa
 E domanderà:
 "Dov'è il nostro piccino, sorella?"
 Mamma, tu le dirai dolcemente:
 "È nelle pupille dei miei occhi,
 In me stessa e nell'anima mia!"

Authorship

Based onBased on

Researcher for this text: Emily Ezust [Administrator]