Il sesto libro de madrigali a cinque voci

Song Cycle by Benedetto Pallavicino (1551 - 1601)

Word count: 1069

1. Come vivrò [sung text checked 1 time]

Come vivrò ne le mie pene, Amore, 
Si lunge dal mio core, 
Se la dolce memoria non m'aita
Di lei ch'è la mia vita? 
Dolce memoria e spene, 
Imaginata vista e caro oggetto,
Vol sete li mio diletto, 
La mia vita e 'l mio bene; 
Ma pur mezzo son io tra morto e vivo,
Perchè del cor son privo.

Authorship

Researcher for this text: John Versmoren

2. Deh, dolce anima [sung text checked 1 time]

Deh, dolce anima mia, 
Non pianger più se m'ami
E ti consola,
Ch'infinita è la schiera
De gl'infelici amanti; 
Vive ben altri in pianti
Sì come tu mio core, 
Ogni ferita ha seco il suo dolore; 
Né se' tu solo a lagrimar d'Amore.

The text shown is a variant of another text.
It is based on

Researcher for this text: John Versmoren

3. Anima del cor mio [sung text checked 1 time]

Anima del cor mio, 
poichè da me, misera me, ti parti,
s'ami conforto alcun a' miei martiri,
non isdegnar ch'almen ti segua anch'io,
solo co'miei sospiri
e sol per rimembrarti 
ch'in tante pene e in cosí fiero scempio
vivrò d'amor, di vera fede esempio.

Authorship

See other settings of this text.

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • FRE French (Français) (Guy Laffaille) , "Âme de mon cœur", copyright © 2013, (re)printed on this website with kind permission

Researcher for this text: John Versmoren

4. Amor, i' parto [sung text checked 1 time]

Amor, i' parto e sento nel partire
Al penar, al morire, 
Ch'io parto da colei ch'è la mia vita. 
[Ma che vita diss'io,]1 se ben ella gioisce
Quando il mio cor languisce? 
O durezza incredibile e infinita
D'anima, ch'll suo core 
Può lasciar morto. e non sentir dolore.

Ben mi trafigge, Amore, 
L'aspra mia pena, il mio dolor pungente;
Ma più mi duol'il duol ch'ella non sente.

Authorship

View original text (without footnotes)
1 not set by Pallavicino

Researcher for this text: John Versmoren

5. A poco a poco io sento [sung text checked 1 time]

A poco a poco io sento 
Che m'uccide il tormento
E Ie crudeli angosce 
Datemi, ohimè, da chi non Ie conosce. 
Deh ormai vi faccia, o Donna, accorta Amore
Del vostro lungo errore, 
E quel ch'a voi non può mia lingua dire
Leggetemi nel volto il mio martire.

Authorship

Researcher for this text: John Versmoren

6. Amor, se non consenti [sung text checked 1 time]

Amor, se non consenti
Che quest'anima trista 
Si pasca più de l'amorosa vista 
Che solea raddolcir i suoi tormenti,
Perchè la rappresenti 
Al pensier che dì e notte in van mi sface?
Ma che dico io, mia vita. e dove sono?
Trov'io forse mai pace 
Se non quanto di voi penso o ragiono?

Authorship

Researcher for this text: John Versmoren

7. Ahi, come a un vago sol [sung text checked 1 time]

Ahi, come a un vago sol cortese giro
[di quei]1 begli occhi, ond'io 
soffersi il primo, e dolce stral d'amore,
pien d'un nuovo desio,
sí pronto a sospirar, torna il mio core!
Lasso, non val ascondersi, ch'omai
conosco i segni, [ch'il]2 mio cor m'addita
de l'antica ferita,
ed è gran tempo pur che la saldai:
Ah, che piaga d'Amor non sana mai!

Authorship

See other settings of this text.

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • FRE French (Français) (Guy Laffaille) , "Hélas, comme d'un seul regard vague et gracieux", copyright © 2013, (re)printed on this website with kind permission
  • SPA Spanish (Español) (Javier Pablo Sotelo) , "¡Ah, cómo, al solo amable, cortés giro", copyright © 2015, (re)printed on this website with kind permission

View original text (without footnotes)
1 Monteverdi: "de due"
2 Monteverdi: "che'l"

Researcher for this text: John Versmoren

8. Ch'io non t'ami cor mio [sung text checked 1 time]

[Ch'io]1 non t'ami cor mio?
Ch'io non sia la tua vita e tu la mia,
[che per nuovo desio]2
e per nuova [bellezza]3 io t'abbandoni?
Prima che questo sia,
morte non mi perdoni.
[Ma]1 se tu sei quel cor onde la vita
M'è si dolce e gradita,
Fonte d'ogni mio ben, d'ogni desire,
Come [posso]4 lasciarti, e non morire?

Authorship

See other settings of this text.

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • FRE French (Français) (Guy Laffaille) , copyright © 2016, (re)printed on this website with kind permission

View original text (without footnotes)
1 d'India: "Che"
2 not set by Pallavicino
3 Monteverdi: "speranza"
4 Monteverdi: "poss'io"

Researcher for this text: Emily Ezust [Administrator]

9. Lunge da voi, ben mio [sung text checked 1 time]

Lunge da voi, ben mio, 
Non ho vita nè core e non son io.
Non sono, ohimè, non sono 
Quel ch'altra volta fui, ma un'ombra mesta,
Un lacrimevol suone, 
Una voce dolente; e ciò mi resta
Solo per vostro dono: 
Ma resta il male onde morir desio.

Authorship

Researcher for this text: John Versmoren

10. Sol mirando vorrei [sung text checked 1 time]

Sol mirando vorrei 
Che senz'altre parole 
M'intendess'il mio vivo ardente Sole
E che veder potess'i pensier miei;
Ma poiché mostrar fuore 
Non sanno gli occhi quanto chied'il core.
Dill'Amor tu che'l sai 
Il desir mio, perché io no'l direi mai.

Authorship

Researcher for this text: John Versmoren

11. Io disleale? [sung text checked 1 time]

Io disleale? ah cruda,
Vol negate la fede. 
Per non mi dar mercede.
Se non basta li languire
Provatemi al morire,
E se ciò ricusate. 
Perchè la fè negate 
Che provar non volete?
O provate, o credete.

Authorship

Researcher for this text: John Versmoren

12. Vivrò io mai [sung text checked 1 time]

Vivrò io mai per altro amor contenta,
Che per quel Sol, cui lo cor mio donai.
Nè potendo il vorrei,
Nè volendo il potrei: 
E, se pur esser de' che questo mai
O voglia il mio volere,
O possa il mio potere; 
Prego il cielo, et Amor che tolto pria
Ogni voler ogni poter mi sia.

Authorship

Researcher for this text: John Versmoren

13. Era l'anima mia [sung text checked 1 time]

Era l'anima mia
già presso a l'utim'ore 
e languia come langue alma che more;
quando anima più bella e più gradita
volse lo sguardo in sì pietoso giro,
che mi [ritenne]1 in vita. 
Parean dir que' bei lumi,
"Deh. perché ti consumi? 
Non m'è sì caro il cor, ond'io respiro,
come se' tu, cor mio;
se mori, ohimè, non mori tu, mor'io."

Authorship

See other settings of this text.

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • FRE French (Français) (Guy Laffaille) , "Mon âme était", copyright © 2012, (re)printed on this website with kind permission
  • SPA Spanish (Español) (Javier Pablo Sotelo) , "Estaba ya mi alma", copyright © 2015, (re)printed on this website with kind permission

View original text (without footnotes)
1 Monteverdi: "manten'"

Researcher for this text: John Versmoren

14. Temprati i sdegni e l'ire [sung text checked 1 time]

Temprati i sdegni e l'ire
Men ritrosa e più pia
Vidi la Donna mia
Di febbre amaramente, ahimè, languire,
E da i languidi sguardi 
Avventar mille faci a mille dardi.
O possanza d'amore, 
s'infermo e debil strale 
Fa piaga aspra e mortale! 
Sano qual sia lo sa il mio core 
Ch'or languendo con lei si strugge e more.

Authorship

Researcher for this text: John Versmoren

15. Oh come vaneggiate [sung text checked 1 time]

Oh come vaneggiate, 
Donna, pensando avermi tolto il core
Col tormi il vostro amore.
Chi non ha cor è morto;
Ed io mi sono accorto
D'essr tanto più vivo 
Quanto di voi son privo. 
Anzi ero morto, e quando vi lasciai,
Rinacqui si che non morrò più mai.

Authorship

Researcher for this text: John Versmoren

16. Cor mio, deh, non languire [sung text checked 1 time]

Cor mio, deh, non languire, 
Che fai teco languir l'anima mia. 
Odi i caldi sospiri: a te gl'invia
La pietat'e 'l desire. 
S'io ti potessi dar morend'aita,
Morrei per darti vita. 
Ma viv'ohimè, ch'ingiustamente more
Chi vivo tien ne l'altrui pett'il core.

Authorship

See other settings of this text.

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • FRE French (Français) (Guy Laffaille) , copyright © 2016, (re)printed on this website with kind permission
  • SPA Spanish (Español) (Víctor Sampietro Crespo) , "Corazón mío, ay, no pierdas fuerza", copyright © 2010, (re)printed on this website with kind permission

Researcher for this text: John Versmoren

17. Ohimè! se tanto amate [sung text checked 1 time]

Ohimé, se tanto amate 
di sentir dir Ohimè, deh perché fate
chi dice Ohimè morire?
S'io moro un sol potrete 
languido, e doloroso Ohimè sentire;
Ma se, cor mio, [vorrete]1
che vita [habb'io]2 da voi, e voi da me,
avrete mille e mille dolci Ohimè.

Authorship

See other settings of this text.

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • ENG English (Barbara Miller) , "Alas, if you love so much", copyright © 2004, (re)printed on this website with kind permission
  • FRE French (Français) (Guy Laffaille) , "Hélas ! si vous aimez tant", copyright © 2013, (re)printed on this website with kind permission

View original text (without footnotes)
1 Monteverdi: "volete"
2 Monteverdi: "abbia"

Researcher for this text: John Versmoren

18. Crud'Amarilli [sung text checked 1 time]

[Crud'Amarilli, che col nom'ancora]1
D'amar, ahi lasso! amaramente insegni,
Amarilli, del candido ligustro
Più candida [più]2 bella,
Ma [de l'àspido]3 sordo 
E più [sorda più fèra]4 e più fugace,
Poi che col dir t'offendo,
i' mi morrò tacendo. 

Ma grideran per me le piagge e i monti
E questa selva, a cui 
Sì spesso li tuo bel nome
Di risonar insegno. 
Per me piangendo i fonti
E mormorando i venti,
Diranno i miei lamenti;
[Parlerà nel mie volto
La pietate e 'l dolore; 
E se fia muta ogn'altra cosa, al fine
Parlerà il mio morire, 
E ti dirà la morte il mio martire]5.

Authorship

See other settings of this text.

Available translations, adaptations or excerpts, and transliterations (if applicable):

  • FRE French (Français) (Guy Laffaille) , "Cruelle Amaryllis, qui par ton nom même", copyright © 2012, (re)printed on this website with kind permission
  • SPA Spanish (Español) (Javier Pablo Sotelo) , "Cruel Amarilis que con tu nombre", copyright © 2015, (re)printed on this website with kind permission

View original text (without footnotes)
1 Marenzio, Monteverdi: "Cruda Amarilli, che col nome ancora"
2 Marenzio: "e più"
3 Marenzio: "dell'aspido"
4 Marenzio: "fèra"
5 omitted by de Wert

Researcher for this text: John Versmoren

19. Crudelissima doglia [sung text checked 1 time]

Crudelissima doglia 
Che dì e notte m'affligg'e strugg'il core,
Cresci tanto ch'Amore, 
Satii del mio martir I'empia sua voglia,
Ch'allor sarà compita 
Quando vedrammi al fin de la mia vita.

Authorship

Researcher for this text: John Versmoren

20. Oggi nacqui, ben mio [sung text checked 1 time]

Oggi nacqui, ben mio, 
Per morir vostro. Ecco la bella Aurora,
Che produsse colui 
Che 'l vostro sole adora. 
O fortunato il mio natal, se voi
Direte con la lingua e col desio:
Oggi nacque il ben mio.

Authorship

Researcher for this text: John Versmoren

21. Dolce spirto d'amore [sung text checked 1 time]

Dolce spirto d'amore
In un sospir accolto,
Mentre i' miro il bel volto 
Spira vita al mio core.
Tal acquista valore 
Da quella bella bocca,
Che sospirando tocca.

Authorship

Researcher for this text: John Versmoren